venerdì 29 marzo 2013

Chi Cerca… Trova! (#9)

Buongiorno a tutti e benvenuti a una nuova puntata della rubrica dedicata alle chiavi di ricerca!

Anche questo mese le richieste interessanti non sono mancate e non vedo l’ora di mostrarvi le curiosità che ho scoperto.

imgxpost-cerca

1. Dux ripae significato

Letteralmente, significa “comandante della riva”; in realtà, indica una specifica carica militare dell’Impero romano nel III secolo d.C. L’ufficiale che la ricopriva era preposto alla difesa dei territori lungo la sponda del fiume Eufrate ed era di base a Dura Europos (di cui troverete informazioni più dettagliate cliccando qui).

2. L'uomo che ride incipit
“Ursus e Homo erano legati da un’amicizia stretta. Ursus era un uomo, Homo era un lupo. Le loro nature erano ben assortire. Era stato l’uomo a battezzare il lupo. Probabilmente si era anche scelto da solo il suo nome: avendo trovato Ursus adatto a sé, aveva trovato Homo adatto all’animale. Il sodalizio tra l’uomo e il lupo traeva profitto dalle fiere, dalle feste parrocchiali, dagli angoli di strada, dove i passanti si accalcano, e dal bisogno che il popolo prova ovunque di ascoltare frottole e acquistare orvietano. Il lupo, docile e cortesemente subalterno, era gradito alla folla. Vedere la sottomissione è una cosa che piace. La nostra soddisfazione supremo sta nel vedere sfilare tutte le varietà di addomesticamento. E’ questo a far sì che ci sia sempre tanta gente lungo il passaggio dei cortei reali.”
(Victor Hugo, L’uomo che ride, trad. it. Donata Feroldi, Mondadori, 2009)

3. Bibliomania nell'Ombra del vento

Per rispondere a questa domanda devo necessariamente chiedere il vostro aiuto, perché io non ho ancora letto L’ombra del vento (lo so, lo so, devo assolutamente recuperarlo). So che nel libro ha una certa importanza una biblioteca, ma non saprei proprio dire altro.
Qualcuno che ha letto il libro di Zafon saprebbe dirmi se è presente un personaggio bibliomane e, in caso, quanto effettivamente conti questa condizione ai fini della trama?

4. L orda del vento film

Quando ho letto questa chiave di ricerca pensavo ci fosse un errore: pur non avendo ancora letto il libro (che, come sapete, desidero ardentemente), la trama sembrava suggerire qualcosa di molto, molto difficile da rendere su pellicola. Eppure il ricercatore non si sbaglia! Secondo la pagina francese di Wikipedia, è stato realizzato un lungometraggio animato in CGI, diretto da Jan Kounen e prodotto dalla Forge Animation. Sarà in lingua inglese e l’uscita è prevista per quest’anno, con il titolo Windwalker . Chronicles of the 34th Horde!

5. Disegni delle sirene

Mermaids____by_Keorus

Adoro questo disegno (di keorus): mescola un tratto pulitissimo a dettagli ben curati, riuscendo a rendere anche l’acqua che le circonda con poche righe. Mi piace proprio come le ha rese, dando loro freschezza pur senza discostarsi dall’iconografia classica.

Vi consiglio di cliccarci sopra per vederlo come si deve, oppure cliccate qui e andata a vederlo direttamente sulla pagina dell’artista.



6. Questo giorno perfetto (This perfect day, 1970) di Ira Levin

Tradotto e pubblicato dalla Garzanti lo stesso anno della sua uscita negli Stati Uniti, il libro è attualmente fuori catalogo e pressoché introvabile anche sui siti dei maggiori rivenditori online. Temo proprio che il nostro ricercatore dovrà frugare tra le bancarelle e sperare in un colpo di fortuna, oppure puntare a un’edizione in lingua originale (che si trova facilmente su internet).

7. Jamila drago

Il drago in questione è quello di Amhal, protagonista maschile della trilogia Leggende del Mondo Emerso di Licia Troisi. Non viene descritta granché nei tre libri, quindi non c’è molto da dire a riguardo.

8. Miglior traduzione dottor Jekyll

Nonostante non abbia apprezzato molto le sue note, devo dire che la traduzione di Attilio Brilli è davvero piacevole. Non so, però, se sia considerata la migliore disponibile!

9. Addio alle armi finali alternativi completi

20130329_151309

20130329_151329

da La Lettura (n. 36 – 22 Luglio 2012) – © articolo: Paolo Beltramin – © Arnoldo Mondadori Editore - no copyright infringment intended

Osservare il lavorio della mente di un così grande scrittore attraverso il rimaneggiamento della sua opera è sempre incredibilmente interessante – lo è ancora di più quando si tratta di un libro meraviglioso come Addio alle armi! Devo dire, però, che il mio finale preferito rimane quello definitivo.
Fatemi sapere se ci sono problemi nel visualizzare le immagini, se necessario ne metterò di qualità migliore.
In ogni caso, esiste anche questo articolo riassuntivo, sempre de La Lettura.

10. Poesie vogon 42

Perché qualcuno ha voluto affiancare il magnifico 42 (la risposta fondamentale alla domanda fondamentale, perdinci!) a una cosa terribile come le poesie vogon? Ve ne riporto una, giusto per farvi un esempio (la prendo spudoratamente da questo post commemorativo di Vincent-san – sperando che non se la prenda a male!):

Oh, acciacciato grugnosco, le tue minzioni mi appaiono
Come ciance di sebi su luride api.
Deh! Impiacciami, imploroti, sgabazzone rampante
Sciasciami, sprusciami, sprusciami coi crespi tentachili
O ti strapperò gli sputtoni coi miei scassagangli

Sì, lo so, anche a me stanno sanguinando gli occhi da quanto è brutta. Però riesce anche a farmi ridere, sempre.

11. Foscolo ortis 20 Novembre Leopardi

Passiamo a poesie decisamente più belle, ovvero quelle di Giacomo Leopardi. Secondo l’analisi di Edoardo Sanguineti, l’idea centrale della celeberrima La quiete dopo la tempesta sarebbe nata da alcune frasi del Foscolo, nella lettera del 20 Novembre delle Ultime lettere di Jacopo Ortis. Queste sono le parole che ispirarono il Leopardi:
“L’aria torna tranquilla; e la campagna, benché allagata, e coronata soltanto d’alberi già sfrondati e cospersa di piante atterrate pare più allegra che la non era prima della tempesta. Così, o Lorenzo, lo sfortunato si scuote dalle funeste sue cure al solo barlume della speranza, e inganna la sua trista ventura, con que’ piaceri a’ quali era affatto insensibile in grembo alla cieca prosperità. – Frattanto il dì m’abbandona: odo la campana della sera; eccomi dunque a dar fine una volta alla mia narrazione.”
(Ugo Foscolo, Ultime lettere di Jacopo Ortis, Einaudi, 2004)

12. immagini cavaliere d inverno

Io lo so che il ricercatore in realtà voleva cercare il cavaliere di bronzo, ma credete davvero che mi lascerei sfuggire quest’occasione di condividere il disegno di qualche cavaliere in un’ambientazione invernale?

winter__s_reprise_by_kvlticon-d46kpp9

Questo disegno di Kvlticon è pieno di elementi particolarissimi che potrebbero ispirare qualunque scrittore, secondo me!

13. Qual è il capitolo più bello del lo strano caso del dr. Jekyll e Mr. Hyde

Il mio preferito è L’ultima notte, è pieno di tensione e dà inizio alla scoperta della verità sulla doppia identità di Jekyll.

14. Creazione del mondo secondo scienza

Ehm… prova a cercare Big Bang su Google, che ne dici?


Per questo mese le domande finiscono qui: spero di avervi incuriosito e di avervi fatto scoprire qualche cosa nuova, o almeno di avervi fatto sorridere.

Auguri di buona Pasqua (o, se non la festeggiate, buon fine settimana)!


Vostra,


Cami

22 commenti:

  1. "L'ombra del vento" anch'io non l'ho letto. L'ho iniziato un paio di volte e entrambe le volte l'ho lasciato dopo poche pagine. L'ho rifilato in prestito alla mia collega lettrice, vediamo cosa mi dice poi riprovo ;)
    Invece Hugo...Hugo! Gwynplaine è stato uno dei miei primi amori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, praticamente ti fa da cavia xD

      Che bello, un'altra amanti di Hugo! Io sono una sua fervente ammiratrice, è il mio scrittore preferito. E Gwynplaine è... Gwynplaine. "L'uomo che ride" è semplicemente meraviglioso!

      Elimina
    2. Che bello vedere tutto questo amore per Victor Hugo <3

      Elimina
  2. ahah grazie della citazione della citazione... e rileggendola... essì sono proprio orridi quei versi xD

    sempre interessante questa rubrica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati, era dovuta: il tuo post mi è venuto in mente non appena ho letto la chiave di ricerca ;D

      Grazie, sono contenta che ti piaccia!

      Elimina
  3. Odio ripetermi, ma... io adoro questa rubrica! Lo so, lo dico tutte le volte... imparo sempre tantissime curiosità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ammetto che fa sempre piacere sentirselo dire :) Grazie mille, Romina!

      Elimina
  4. Leggi L'ombra del vento ç0ç Leggilo!
    Coff.
    Comunque sappi che ormai sei il mio collegamento logico più prossimo a Hugo, specie a L'uomo che ride.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo imperativo è parecchio convincente, sappilo >.< Prometto che lo leggerò!

      E il fatto di essere il collegamento logico più prossimo di Hugo mi manda in brodo di giuggiole, ghgh *3*

      Elimina
  5. Leggi anche "L'orda del vento"! Ti assicuro che il lungometraggio non sarà all'altezza. Non per colpa degli adattatori, proprio per come è strutturato questo libro. (Leggilo quando vuoi, senza pressa!)
    Interessante il tuo cavaliere d'inverno. Ci sono alcuni particolari che stonano, non è affatto banale. Un po' caotico, forse. E la meteora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro imperativo categorico segnato, giurin giurello! Immagino anche io, solo leggendo la trama, che non devono aver avuto vita facile...

      La meteora è il dettaglio che mi ha convinta a condividere quella immagine, mi piace!

      Elimina
  6. Belle le immagini che hai scelto, sia quella delle sirene, sia quella del cavaliere (che irrimediabilmente mi ricorda uno degli Stark nelle "Cronache del ghiaccio e del fuoco")

    Buona Pasqua anche a te Cami! Baci! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono felice che ti piacciano! :D

      Grazie per gli auguri, baci :)

      Elimina
  7. Si, però avresti potuto approfondire un attimo quella faccenda del big bang.. ^__^
    Ciao. Buona Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temevo di allungare troppo il post xD

      Buona Pasqua anche a te!

      Elimina
  8. Un altra estimatrice del Lo strano caso del dr. Jekyll e Mr. Hyde!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì! L'ho trovata una bella lettura. Ne ho anche parlato qui sul blog, tempo fa.

      Elimina
  9. Cami,
    i 47 finali di Hemingway, ricordo che ne abbiamo parlato anche noi... ;) Bellissimo libro "Addio alle armi"!!
    Bè, l'immancabile chiave di ricerca su Hugo immagino ti renda sempre felicissima! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Vin, ne abbiamo parlato! :D Sai che su "Addio alle armi" concordo, quindi non sto a dilungarmi ;)

      Lo ammetto, mi viene sempre un sorrisone enorme quando ne leggo una!

      Elimina
  10. Risposte
    1. Grazie, ne sono felice! Auguri anche a te!

      Elimina